COMUNICATI STAMPA > EPIDEMIA DI MALARIA COLPISCE I BAMBINI DELLA PROVINCIA ORIENTALE DEL CONGO Le dichiarazioni di Ignazio Marino (PD), Presidente di IMAGINE Onlus.
EPIDEMIA DI MALARIA COLPISCE I BAMBINI DELLA PROVINCIA ORIENTALE DEL CONGO Le dichiarazioni di Ignazio Marino (PD), Presidente di IMAGINE Onlus.

Roma, 08/02/2013 – “Una epidemia di malaria registrata nella Provincia Orientale, nel nordest della Repubblica Democratica del Congo (RDC), ha già causato la morte di almeno 23 bambini tra 0 e 5 anni. Le notizie giungono da fonti mediche locali che, finora, hanno registrato 264 casi nella località di Weko, territorio di Isangi, 125 chilometri ad ovest di Kisangani”. Così Ignazio Marino Presidente di IMAGINE onlus, un’associazione che si occupa di assistenza sanitaria di base nella Repubblica Democratica del Congo.

“I tassi di mortalità per malaria sono diminuiti in modo significativo negli ultimi dieci anni, Gli sforzi internazionali hanno dato i loro frutti, la riduzione del tasso di mortalità della malaria ha portato il numero dei decessi da un milione l’anno – quota rimasta invariata per decenni – a meno di 700.000. Inoltre, nei luoghi in cui le misure di controllo della malaria sono in atto, la mortalità nei bambini si è dimezzata”.

“Ma esistono posti dove la sanità è lontana da quelli che sono i livelli standard per un paese civile. La RDC, con 114 bambini morti su 1.000 ogni anno, è uno di quei posti. Le notizie che ci giungono da fonti mediche locali hanno registrato 264 casi di malaria nella località di Weko, territorio di Isangi, 125 chilometri ad ovest di Kisangani. Secondo l’Ufficio Centrale Sanitario Rurale di Isangi,  – continua Ignazio Marino -  in appena 48 ore, i medici della zona hanno assistito 105 bambini affetti da questo male”.

“Per questo con IMAGINE siamo attivi Mudzi Balla in Ituri, un distretto della Provincia orientale dove i bambini morti ogni anno sono 408 morti su 1.000. Stiamo costruendo un ospedale  grazie al quale abbiamo l’opportunità di cambiare il destino di migliaia di persone e incrementare lo sviluppo dell’intera regione, cercando di radicare una normalità nell’offerta di servizi sanitari essenziali, collaborando con le comunità locali, aiutando le persone del posto, con un’attenzione particolare a donne e bambini, non solo a sopravvivere ma a vivere con dignità.  Non dobbiamo perdere questa occasione. Non dobbiamo minimizzare l’ampiezza di quello che ci aspetta ma sappiamo per esperienza che, lavorando insieme, con responsabilità condivise, con lo sguardo fisso sull’obbiettivo da raggiungere, ce la faremo”.

Ufficio Stampa IMAGINE Onlus, via dei Volsci 10, tel. 06/43411358